domenica 1 maggio 2016

I Poeti Fuori Strada e il valore tearapeutico della poesia



Le poesie sono frutto del laboratorio Poeti Fuori Strada che si tiene tutti i mercoledì, con gli anziani della residenza San Pietro di Monza. Berta, con i suoi 91 anni appena compiuti, è la più grande del gruppo. L'iniziativa è promossa da Zeroconfini Onlus e dalla Casa della Poesia di Monza.
Ringrazio Francesca, Iride e Paola,  fedeli compagne di viaggio.
 
 
 
 
 
Mia madre voleva sempre fiori bianchi
e mio padre  le scriveva lettere d’amore
col sangue delle sue vene
                                                    Aldo


Dietro la mia porta azzurra
incontro i Santi con cui discutere
e chiedo a Dio: dove sei stato
nei giorni della tragedia?
                                        Luigi

Tirare le orecchie a Dio
oggi vorrei

                                            Luigi


Sono un prestigiatore di parole,
le lettere, nell’aria
sono palle colorate.

                       Aldo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La poesia è il pane e il fiore della vita
toglie la sofferenza
Guardare oggi i tramonti mi porta alle lacrime
il sole è immenso
gli alberi nudi coi piccoli germogli.

Non trovo le parole per descrivere la loro bellezza.
Sapere che devo morire e non poter vedere più questa meraviglia
mi porta tanta tristezza nel cuore

                                                                        Berta

La natura, la poesia e la musica
hanno dentro la bellezza.

                            Aldo


Mi sono innamorato in un giorno a primavera
a Colle Val D’Elsa.
Mi sono innamorato lungo una strada in salita
che chiamano la via Degli Olmi.
L’ho vista passare con la mamma, il papà e la sorella
aveva una bella testa, un manto di capelli morbidi e le gambe sinuose.
Si chiamava Miranda.

                                                              Gino

Vedo le barche,
qualche battello che passa piano
e poi tutti i salmi finiscono in gloria.

                                          Rita
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nulla potrà mai restituirci
lo splendore dell’erba
e il tripudio dei fiori.
Non rattristiamoci 
ma acquistiamo insieme forza
per quel poco che ci è rimasto.

                                                Aldo

La natura del mondo è amore.

                                    Maddalena

 
La gemma è una promessa
vede guarda, pensa, attende e decide

                         Eurosia


La gioventù è come la primavera.

C’è tutto da imparare dalla bellezza dei fiori

                                                   Angela

La primavera mi fa male
                          Angelo

 

La poesia ci sta stregando tutti.
Adesso ogni cosa mi ispira poesia
anche un albero, là da solo fuori dalla finestra
mi invita a scrivere.

Vedo poesia dappertutto
anche quando ci servono da mangiare.

Da quando facciamo il laboratorio di poesia
la mia vita è cambiata in bene
avverto sempre il  bisogno di scrivere poesia
e sono orgoglioso di questo.

                                                            Aldo

La poesia ha unito un gruppo di amici
che prima non c’era.

                                                   Luigi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ringrazio la poesia che ci ha dato la serenità
e la gioia di stare insieme.

                                                     Berta

 

La poesia ci ha valorizzati tutti
Prima di conoscerla non eravamo ispirati a scrivere
adesso riusciamo, con il suo aiuto
a tirare fuori quello che avevamo nascosto
dentro la nostra anima.

                                                           Rita


La poesia ha il potere di far emergere le lune di ciascuno di noi
riesce a far parlare la sofferenza
e il dolore del cuore.

                                                                Luigi

 
La poesia è stata illuminante.
Oggi provo qualcosa di sublime
perché la poesia è sublime
e ritrovarla in mezzo a delle persone normali, come me
m’illumina d’immenso.

                                                               Berta

Da quando abbiamo incontrato la poesia
ognuno di noi  si è arricchito.

                                                   Luigi
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
La poesia è quello che ci rende consci
riesce ad aprire le porte del cuore.
Chi non lo sperimenta 
non può intendere cosa si prova.

                                   Gino

 

La poesia è un’aspirina
riesce a curare tutti.
Cura soprattutto quelli che soffrono di depressione
perché aiuta a combattere ciò che li trascina nel buio.
Traudi

 
Sono le emozioni  a trascinare la poesia
l’aiutano  a venire alla luce
a scoprirsi.

                                                       Rita


La poesia spinge le emozioni a raccontarsi
                                               Traudi


La poesia ci ha donato conforto
ha favorito i migliori momenti per conoscerci meglio.

                                                                     Gino

La poesia è verità
Aldo


La poesia non permette di dire bugie

                                           Aldo










 
 
 
 
 
 
 
 
La poesia  lenisce il dolore.
Il dolore è come il pane della vita
quando si è tristi si mangia di più.

Se non trovi un antidoto alle tue sofferenze
soffri di più perché vai a toccare quelle  più profonde.
Esiste un mezzo per alleggerire i tuoi dolori: è la poesia.
La poesia è il pane.

                                                 Berta
 

Le donne del carcere di Monza scrivono versi.

















Libertà non è avere ali
e spiccare il volo
non è neanche poter correre ...
all’infinito senza voltarsi indietro
libertà non è lasciare che altri
decidano per te.

Libertà è solamente
un grande motivo
per non sbagliare
e restare per sempre
vicino a chi ami.
(Vanessa)
 
Il carcere può essere un castigo
ma anche una scuola:
qui si impara
a dare valore alle piccole cose
come un sorriso
un abbraccio
come un buongiorno.
Oggi guardo con chiarezza
che fuori non si sopravvive
ma si vive.
(Aline)
 
Al di là della notte e della paura
del buio e dell’angoscia
dell’invidia e della delusione
del peccato e del rimorso
arriveranno l’alba e gli uccelli.
Arriverà la fine della sofferenza
le paure si dissolveranno
l’amore avvolgerà la terra.
Arriverà il sole oltre il muro
si udranno suoni dalla strada
e bambini che giocano.
(Aldeniza)
 
Nella notte
la bambina aspetta
alla finestra
con le tende rosse.
Aspetta con ansia, pregando.
Tutte le notti
nello stesso posto
alla finestra
con le tende rosse.
La bambina aspettava
sua madre
che venisse a prenderla
per portarla a casa.
Bambina …
è troppo piccola per capire
che non arriverà mai più
mai più tornerà a casa sua.
Un’altra notte
nello stesso posto
alla stessa finestra
con le tende rosse
(Liene)
 
Vola gabbiano
Vola su questo cielo
Solca questo mare
Stendi le tue ali lasciale andare
Come sirene falle danzare
Vola in alto
Sempre più lontano
Porta il tuo sguardo
Dove non è mai stato.
Porta con te
Il mio pensiero
Regala un buon giorno
Al mio sogno più vero.
(Helene)
 
Reinventare la vita non è inventarla
non è immaginarla
ma costruirla nuovamente.
Mi ritrovo a farlo con mezzo secolo di vita
ispirata all’immagine di luoghi
che conosco attraverso una parola:
figli!
Abbiamo pianto, tanto sofferto
ma il mio errore ha convertito la tristezza in luce.
Dentro carezze soavi e tenerezze vi regalo un sorriso
perché io possa tornare a ballare nella vostra brezza.
Grazie per essere come siete.
Chiedo il vostro perdono.
(Edvige)
 
Stando dietro le inferriate
guardo il tramonto all’orizzonte:
Cammino illudendomi cammino
riscopro la realtà
che mi dà luce e pace.
Ho paura del silenzio
non posso stare in piedi
ripensando a tutti i miei ricordi:
mi appoggio alla parete.
Affronterò! Davanti a tutto
mi riempirò di coraggio
perché sono forti i tormenti della vita
sono carta che si accartoccia.
Resisto affinché il mio enigma non sia io
evito che uccidano la mia nostalgia.
Eterno esercizio imparare la resistenza
e pazienza.
(Marie Rose)
 
Passa il tempo
tempo della passata vita
la vita che ci importava
a volte tu la sentivi breve
a volte io la sentivo interminabile.
Quella vita che si allontanava
tanto da non sapere fino a dove
arrivava il tuo amore:
non sapevo dove stava il tuo cuore sincero.
Taci per dio!
Se non sai dirmelo
lasciami sognare
(Amina)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Isolato mondo:
suoni rumori grida pianti risate gesti
e parole orribili.
C’è chi ancora non ha toccato il fondo
in fondo… a formare una corazza.
Il bene? Una parola vuota
e cerchi un abbraccio vero
un sentimento sincero.
Qui la vita si riprende combattendo
lottando
finché l’anima non si sprigiona
bianca.
Così si vince.
(Anne)
 
Luna, regina della notte
di ogni nascita.
Nel tuo splendore
scorrono i pensieri, le parole
le lacrime
che il tuo sguardo asciuga
Ti guardo e il cuore mi sorride
la mente prende pace
l’anima si ristora.
(Claudine)
 
Mi sono svegliata
con un pensiero solo:
dopo la pioggia torna il sole.
Questa mattina
è la mia mattina magica
il cielo è azzurro
niente vento niente pioggia
nessun rumore.
Solo sole, pace ed io.
Così irreale, troppo bella
è la mia mattina magica.
Qualcuno è sveglio.
Qualcuno sussurra…
Per favore - No!
Oggi è la mia mattina magica
per favore non la rovinate!
Non vi svegliate! Non ancora.
Permettetemi di essere egoista
solo per un po’.
Lasciatemi gioire
la mia mattina magica.
Solo per un po’ ancora.
Questa mattina
è la mia mattina magica.
(Giulia)
 
Senza di te non è vivere,
cerco le tue labbra sopra le mie
il tuo calore sulla pelle
ogni giorno che passa non ti allontana da me
ti sento vicino in ogni istante.
La luna e il sole
mi parlano di te
il mio esistere sarà sempre
un immenso desiderio
che solo tu potrai colmare
di baci e di carezze.
(Lubinka)
 
Ho bisogno di solitudine
per sentirmi viva ancora.
Ci sono cose che soltanto
da sola riesci a capire
Perché ho nei miei sogni
ho nel mio sangue
ho nei miei pori
la tua presenza
Mi sento sospesa
tra cielo e terra
tra vita e morte
tra l’amore, l’amore, l’amore
e malinconia
tra passato e futuro
Però adesso
ho bisogno di solitudine
per ritrovare me stessa
e non solo la tua presenza.
(Andreia)